Home / Social corner / SOCIAL CORNER: App esercizi

SOCIAL CORNER: App esercizi

A cura di Margherita Sarno

Tra le attività più gettonate di questa quarantena c’è stata quella di cucinare. Ci siamo divertiti a impastare, infornare, sfornare, impiattare. Lo testimoniano i quintali di lievito, uova, farina e zucchero che da tempo immemore latitano nei banchi dei supermercati- alcuni alimenti, come il lievito, sono diventati una specie di leggenda al pari del Santo Graal. Dopo tutte le simpatiche attività culinarie che ci hanno visto muoverci dai fornelli al frigorifero e dal frigorifero alla tavola, gli italiani hanno deciso di compiere uno dei gesti più avventati di questo periodo: pesarsi. E ognuno di noi ha scoperto di aver preso almeno 2kg nei due mesi appena trascorsi. Chi ne ha presi di più starà pensando “beato chi ne ha presi solo 2” e ci sta. Con il ritorno all’auspicata libertà, dunque, gli italiani hanno capito che è il momento di rimettersi in forma. Che anche quella di grana padano sia una forma è un pensiero legittimo ma vederci rotolare tutti per strada dopo il lockdown non è un’immagine auspicabile. Ho selezionato per voi, alcune app che ci possono aiutare a ritrovare un po’ di benessere fisico.

Tuta e leggins sono stati parte del nostro outfit quotidiano nei mesi appena trascorsi. Ma invece di indossarli per lo scopo per il quale sono stati creati, li abbiamo scelti per stare comodi e non sentire la stretta dei bottoni dei jeans che premono, inesorabili, sulla pancia. Sebbene per molti la prova costume sarà una chimera, c’è sempre da affrontare il ritorno alla vita pubblica. Dunque, gambe in spalla e vediamo di salvare il salvabile. Avevamo già parlato, qualche numero fa, di app contapassi. Stavolta parliamo invece di esercizi da svolgere in casa.

Tra i primi che ho provato c’è 7 Min Workout. Ovvero un allenamento in 7 minuti. Non so perché abbiamo questa esigenza di fare le cose in fretta anche quando siamo costretti 24h al giorno in casa. Però per chi ha una famiglia da gestire e lavora da casa, è un buon compromesso di fatica e tempo. È disponibile sia per iOS che per Android e mette a disposizione degli utenti vari allenamenti ad alta intensità che, come suggerisce il nome dell’app, possono essere portati a termine in soli 7 minuti. Gli esercizi sono basati sul metodo HICT (“high intensity circuit training”) che permette di perdere peso e migliorare la capacità cardiovascolare.

Tra le più soddisfacenti, che uso quotidianamente, c’è Fitness Femminile (Allenamento per Donne) ma c’è anche la sua versione maschile. È totalmente gratuita, con qualche video di pubblicità messo al completamento di ogni allenamento ma nulla che interrompa la sessione. Ci sono tantissimi programmi di allenamento in base alle nostre esigenze. Si possono scegliere sessioni con e senza attrezzi e gli esercizi, tra l’altro molto brevi e per nulla noiosi, sono spiegati benissimo. Vi sono inoltre vari livelli per ogni tipo di allenamento così che anche chi è alle prime armi non si senta scoraggiato. Collegando l’app a Google Fit, consente di calcolare quotidianamente il corrispettivo di calorie quotidiane che si possono assumere in base a quelle bruciate con l’allenamento.

Infine, non è un’app di esercizi ma può risultare utilissima per rimettersi in forma: Yazio. Si tratta di un’applicazione, disponibile per Android e iOS utile per tenere traccia delle calorie e dei valori nutrizionali assunti così come delle calorie bruciate dopo gli allenamenti. Si può quindi collegare, anche questa, alle app di fitness o ai dispositivi come smartwatch o contapassi per tenere traccia del movimento. Si può personalizzare il proprio profilo e ottenere consigli sulle proprie esigenze. Ogni giorno bisogna inserire gli alimenti che abbiamo assunto: l’elenco è veramente completo, ci sono anche le marche specifiche dei prodotti per essere più precisi. Il tutto comparirà sul Diario che tiene un riepilogo dei nostri inserimenti. Ci sono anche delle sezioni aggiuntive come le Ricette, ma bisogna sottoscrivere un abbonamento che costa circa 26,00 euro l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *