Home / In Primo Piano / ENCOMIO SOLENNE A LUDOVICO, GRIMALDI, CORAZZINI E GALLOZZI

ENCOMIO SOLENNE A LUDOVICO, GRIMALDI, CORAZZINI E GALLOZZI

ALFONSO GOLIA CONFERISCE L’AMBITO RICONOSCIMENTO NEL CORSO DI UNA SOBRIA CERIMONIA, A CAUSA DEL COVID, ALL’INTERNO DELLA SALA CONSILIARE

di Angelo Cirillo

Era l’11 maggio 2020 quando la filiale BNL di Aversa, in Viale J. F. Kennedy, fu teatro di uno spiacevole
episodio di rapina. I due agenti di guardia alla banca infatti furono gravemente feriti da due rapinatori e
successivamente trasportati in ospedale e sottoposti ad intervento chirurgico. I loro aggressori oggi sono
stati assicurati alla Giustizia (il primo è stato condannato a 12 anni con rito abbreviato mentre il secondo,
scegliendo il rito ordinario, è in attesa di giudizio) tuttavia resta ancora vivo il ricordo di quei momenti nella
memoria del sovrintendente capo coordinatore Nicola Grimaldi (in forza alla Polfer) e dell’agente di
vigilanza privata, Pietro Antonio Ludovico (Cosmopol Avellino). In riconoscimento di quel gesto, che molti
non hanno esitato a definire “eroico”, la Città di Aversa ha tributato un encomio solenne agli agenti
Grimaldi e Ludovico. Con loro hanno ricevuto la benemerenza cittadina anche il dirigente del locale
commissariato di Polizia di Stato, Vincenzo Gallozzi, ed il vicequestore Davide Corazzini (dirigente della
squadra mobile di Caserta), due riconoscimenti che vanno divisi con i rispettivi gruppi investigativi dei due
Commissariati, che hanno condotto le indagini conclusesi con brillanti risultati. I due funzionari della Polizia
di Stato hanno diretto le indagini dopo l’agguato alla banca che hanno portato all’arresto dei rapinatori il 22
maggio 2020, appena undici giorni dopo aver commesso il crimine. Così, nella tarda mattinata di sabato 20
febbraio, il presidente del Consiglio comunale, Carmine Palmiero, ha dato lettura degli encomi solenni:
«Quali segni di riconoscenza e attestato di profonda stima per il coraggio e l’abnegazione dimostrati
nell’esercizio delle proprie funzioni e del proprio dovere a difesa dei cittadini tutti». Presenti il Questore di
Caserta, Antonio Borrelli, ed il vescovo di Aversa, Mons. Angelo Spinillo, che hanno portato il proprio saluto
e la propria vicinanza ai benemeriti della Città ed ai loro cari. Si è trattato di una cerimonia dai toni sobri –
nel rispetto delle norme di comportamento anti-covid – che si è svolta nella sala consiliare al terzo piano
del Municipio di Aversa; tra i banchi dell’Assise cittadina, insieme agli assessori ed ai consiglieri in
rappresentanza dell’Amministrazione comunale, erano presenti i familiari degli agenti ed alcuni
rappresentanti della società civile. A consegnare le pergamene di encomio (nell’ordine a Vincenzo Gallozzi,
Davide Corazzini, Nicola Grimaldi, Pietro Antonio Ludovico) è stato – come da consuetudine – il primo
cittadino Alfonso Golia.

Check Also

Pollini: “Il Mercato Ortofrutticolo? Un pezzo di storia aversana!”

Il mercato ortofrutticolo deve riaprire per intero. Lo afferma il Vicario di Confesercenti Campania nell’intervista …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *