Home / In Primo Piano / I Commercialisti di Napoli Nord si interrogano sui crediti dei bonus edilizi

I Commercialisti di Napoli Nord si interrogano sui crediti dei bonus edilizi

Nella sala convegni di via Diaz l’incontro con i parlamentari pentastellati Agostino Santillo e Giuseppe Buonpane per discutere degli effetti del Decreto Sostegni ter

di Angelo Cirillo

L’art. 28 del Decreto Sostegni ter, con il quale si vietava la cessione dei crediti da bonus fiscali, ha tenuto gli italiani con il fiato sospeso, e stavolta non erano soltanto gli imprenditori edili. Tutto ha avuto origine dal problema riscontrato in applicazione del provvedimento varato lo scorso 27 gennaio dal Governo Draghi col quale era stato previsto un divieto generalizzato di cessione dei crediti molteplici correlati ai bonus fiscali.

Non volendo usare un linguaggio troppo tecnico – che lasciamo agli addetti ai lavori – diciamo soltanto che non sarebbe stato più possibile cedere i crediti a soggetti terzi come per esempio una banca. In previsione di questo scenario, cioè di un paventato rischio di collasso del settore produttivo dell’edilizia, l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli Nord ha promosso lunedì 14 febbraio una tavola rotonda su «Gli effetti del Decreto Sostegni ter art. 28 sulla libera circolazione dei crediti d’imposta in materia edilizia sulle sorti delle imprese del settore e dell’economia del paese». La stessa professione del dottore commercialista infatti rischiava una clamorosa battuta d’arresto vedendo proprio nell’attività connessa all’edilizia di molti suoi assistiti una voce importante del proprio impegno lavorativo.

In effetti dal dopoguerra ad oggi il Paese, pur mantenendo la propria vocazione agricola, ha cambiato il proprio tessuto socio-politico trasformandosi in un popolo di progettisti, costruttori, imprenditori. Che sia pubblico o privato il “Costruito” è la traccia più evidente di una forte antropizzazione del territorio nazionale italiano, definisce una voce importante del nostro reddito e contribuisce alla crescita economica di molteplici filiere produttive. Con i commercialisti del Circondario del Tribunale di Napoli Nord, nella sala convegni di via Armando Diaz, erano presenti anche due esponenti dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle: Giuseppe Buonpane, membro della V Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, ed Agostino Santillo, membro dell’VIII Commissione Lavori pubblici del Senato. I lavori sono stati coordinati da Francesco Corbello. Al tavolo hanno inoltre preso la parola il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli Nord Antonio Tuccillo, il segretario Sandro Fontana ed il consigliere Angelo Capone che con i propri interventi hanno introdotto i partecipanti alle tematiche oggetto della discussione.

Dai lavori della tavola rotonda è quindi emerso principalmente il problema che gli istituti finanziari – in osservanza del testo così come varato il 27 gennaio – non avrebbero più acquistato crediti derivanti dai bonus fiscali con lo scopo di impedire possibili frodi. Rischio che però settimana scorsa è stato scongiurato con una sostanziale azione di mediazione da parte del Governo che ha accolto le tante istanze pervenute: sarà possibile cedere fino a tre volte i crediti derogando all’art. 28 del Decreto Sostegni ter. Resta però la questione delle possibili frodi.

Per i parlamentario M5S la misura, considerata troppo riduttiva, era comunque da cancellare trovando già nel così detto Decreto Antifrode (DL n. 157 del 11 novembre 2021) un adeguato strumento per la magistratura inquirente contro ogni sorta di “furbetto”, anche nel campo dei bonus edilizi. In sostanza per il gruppo di maggioranza relativa in Parlamento, che ha scommesso sulla “ripartenza” attraverso il Superbonus 110%, non si può abrogare una misura soltanto perché qualche imprenditore meno scrupoloso ne intende approfittare. Del resto le statistiche danno ragione a questo atteggiamento: il principale rischio di frode è concentrato sul così detto Bonus facciata e non sul Superbonus o altre forme di incentivi. Anche per l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli Nord, il cui principale impegno è quello di promuovere lo sviluppo della professione e stare al fianco dei propri iscritti, attraverso un apposito gruppo di lavoro di “Commercialisti esperti in materia di bonus edilizi”, composto da Gerardo Carleo, Enrico Villano e Angela Arsenti, aveva presentato una proposta di modifica al senatore Santillo ed all’onorevole Buonpane affinché la presentassero come emendamento in sede di discussione parlamentare. Con il proprio intervento l’Ordine si è fatto portavoce delle istanze del territorio di Napoli Nord e se da un lato si è posto l’obiettivo di rilanciare il settore dell’Edilizia abitativa mantenendo la cedibilità dei crediti dall’altro si è impegnato a contrastare eventuali frodi.

In merito alla recente misura correttiva del Decreto Sostegni ter vi presentiamo un approfondimento sul nostro sito www.osservatoriocittadino.it curato dal nostro collaboratore di redazione e commercialista esperto in materia di bonus edilizi Agostino Palmiero.

Check Also

Aversa. In edicola Osservatorio Cittadino del 5 giugno 2022

Da domenica 5 giugno 2022 in edicola e nei punti di distribuzione torna il freepress gratuito Osservatorio …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *